I Venturieri per ARPAV

Campagna Itinerante “Veneto d’aMare” 2008

Galleria fotografica 

Il nostro mare vede aumentare sempre più le presenze turistiche sulle coste ed il numero di barche da diporto. Se questo è un segnale positivo di benessere e di interesse diffuso per la nautica, è allo stesso tempo fonte di preoccupazione per le conseguenze ambientali che il turismo può comportare. Se amiamo veramente il mare e lo apprezziamo nelle sue diverse forme e emozioni, dobbiamo anche fruirne consapevolmente in modo eco-compatibile, nel rispetto dell’ambiente marino. Da anni l’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto-ARPAV controlla l’evoluzione dell’inquinamento marino e promuove campagne divulgative sull’uso eco-compatibile delle risorse marine.

ARPAV ha affidato a I Venturieri – Associazione per la diffusione della marineria velica l’organizzazione della campagna “Veneto d’aMare” per la stagione balneare 2008. Si tratta di una campagna itinerante di comunicazione e sensibilizzazione degli utenti del mare: diportisti, pescatori, bagnanti, operatori turistici, enti gestori ecc. La nostra associazione ha preso coscienza che non basta ripercorrere il concetto di tradizione, non inteso nostalgicamente come radici trascorse, ma come modernità; cioè continuazione ed inizio della modernità che nasce e matura dalla conoscenza del passato, e non come moda imposta dai mass media. Non basta salvare i vecchi scafi, conoscere le manovre della marineria classica o ripercorrere le antiche rotte alla ricerca delle ultime testimonianze. Ci siamo resi conto che dobbiamo “salvare” il mare. Presunzione? No.Non vogliamo erigerci a primi della classe, né dettare regole. Ma è sotto gli occhi di tutti il degrado delle coste e delle acque dei nostri mari. Le coste venete sono ancor più a rischio; su di loro incombono grandi fiumi che portano l’inquinamento dalla pianura, zone industriali costruite negli anni ’60 senza nessuna attenzione all’ambiente, una pesca fatta con metodi industriali e non rispettosa dell’equilibrio biologico, un turismo di massa che concentra milioni di persone su una stretta striscia di sabbia. Quanto a lungo l’ambiente potrà reggere questa pressione? Forse è già tardi, ma noi Venturieri abbiamo percepito il pericolo, e nei limiti delle nostre possibilità, cercato di affrontarlo. La goccia del nostro contributo consiste in questa campagna itinerante, da zingari, o se preferite da pellegrini, che calati nel territorio lo vivono intimamente, lo conoscono e trasferiscono le esperienze maturate agli abitanti ed ai vacanzieri che incontreranno lungo il cammino.

La campagna “Veneto d’aMare” si avvarrà della goletta Grand Bleu, ammiraglia della flotta de I Venturieri, che per otto fine-settimana, toccherà le principali località turistiche della costa veneta. I Venturieri navigheranno lungo la costa con la loro goletta Grand Bleu e ormeggeranno nei porti di Cavallino, Bibione, Caorle, Jesolo, Albarella, Chioggia, ed altri, dove allestiranno degli spazi attrezzati con gazebo, schermi e pc collegati a internet. Qui incontreranno il pubblico di vacanzieri e abitanti locali con i quali discutere dei problemi legati alla tutela ed all’uso corretto del mare. Gli intervenuti potranno salire a bordo della goletta, parlare di mare con l’equipaggio e conoscere l’attrezzatura velica. Il Grand Bleu è una splendida imbarcazione di 22 metri dalle linee tradizionali, diversa dalle barche di serie, disegnata dall’arch. Carlo Sciarrelli. Armata a goletta aurica con alberi di legno e vele rosse, non passa inosservata sia in navigazione che all’ormeggio: è di grande attrazione per i diportisti e gli amanti del mare. Ha solcato tutto il Mediterraneo e con lei I Venturieri effettuano escursioni in laguna nei mesi invernali e in primavera, mentre d’estate fanno crociere e scuola di marineria nei mari del Dominio veneziano: Croazia, Grecia verso l’Oriente… In banchina, sotto i gazebo, sarà possibile vedere su appositi schermi il cortometraggio “Veneto d’aMare” realizzato da ARPAV ed altri video di soggetto marinaresco che illustrano momenti di vita di bordo, il fascino della navigazione a vela, ormeggi favolosi in baie solitarie e luoghi legati alla storia di Venezia. Attraverso un collegamento internet, I Venturieri illustreranno ai presenti come navigare nel sito ARPAV, utilizzare il servizio meteorologico Adriamet studiato appositamente per gli utenti del mare e venire a conoscenza delle attività ARPAV dedicate al monitoraggio ed alla tutela dell’ambiente marino. Durante l’intero fine-settimana, saranno presenti esperti nelle diverse discipline che si occupano dell’ambiente marino, per discutere nel concreto con i presenti dei grandi e piccoli problemi di bordo e della salute del mare in generale. Per promuovere la partecipazione dei passanti ed aumentare l’interesse dei presenti, verranno proposti giochi e brevi esercitazioni marinaresche (nodi, strumenti, carteggio ecc.) che contribuiranno a stimolare il coinvolgimento dei presenti nella manifestazione. Verranno inoltre mostrati i primi rudimenti di armo e regolazione delle vele di un barchino presente allo scopo. Sarà distribuito materiale informativo specifico, sull’ambiente marino e sull’uso eco-compatibile delle risorse del mare. I sabato sera, alcuni esperti de I Venturieri terranno delle conferenze interattive con il pubblico con l’ausilio di audio-visivi.

I temi riguarderanno:

• Il valore ambientale della navigazione a vela • L’impatto ambientale e l’uso eco-compatibile delle imbarcazioni da diporto • Il consumo sostenibile delle attività turistiche marine • I corretti comportamenti in mare nel rispetto dell’ambiente • Introduzione alle norme della navigazione da diporto

Scopo degli incontri e dell’intera campagna itinerante “Mare d’aMare” è quello di illustrare nel concreto al pubblico il fascino della navigazione a vela nel rispetto dell’ambiente e la conoscenza delle regole basilari di un corretto rapporto con il mare, con gli altri utenti, e quindi di promuovere un turismo eco-sostenibile.